"A Thief's Fortune", draft parziale e linee temporali



Siamo in Persia, dove i principi sono famosi per i propri averi che fanno gola a molti briganti. Esattamente uno di questi è il protagonista di “A Thief's Fortune” titolo che è stato ben accolto nella sua recente campagna Kickstarter e che mette alla prova i giocatori attraverso un sistema di draft mediante il quale gestire una linea temporale nel modo migliore rispetto agli avversari, pur di garantire la salvezza dello stesso ladro incarnato da ogni partecipante.

CONTENUTO
A Thief's Fortune” è un titolo della Artipia Games per 2-4 giocatori ideato da Konstantinos Kokkinis e Sotirios Tsantilas, non esiste al momento una versione in lingua italiana del gioco che è piuttosto dipendente dalla lingua, anche se tutto il testo è scritto in un inglese piuttosto semplice da comprendere. -UPDATE- La versione italiana è finalmente arrivata grazie a Tesla Games. All'interno della confezione troviamo un tabellone con gli alloggiamenti per le carte e il segnapunti, oltre allo spazio per ospitare ogni segnalino in cartone. I segnalini rappresentano le varie risorse in gioco, sia quelle base che quelle avanzate come gemme, lampade, spade e clessidre

Le carte sono suddivise in tre tipologie, ovvero luoghi, personaggi ed eventi, oltre ad un mazzo di carte iniziali che formeranno al dotazione di ogni giocatore. Per ognuno è disponibile anche una piccola plancia per suddividere le tre sezioni dove giocare le varie tipologie di carte e differenziare quelle posizionate nelle tre linee temporali in cui il gioco vive.


PREPARAZIONE
Per iniziare una partita di “A Thief's Fortune” bisognerà posizionare il tabellone al centro del tavolo posizionandoci sopra tutti i segnalini in modo siano raggiungibili da ogni giocatore agevolmente. Ogni tipologia di carta va mescolata in un mazzo separato e posizionato a lato del tabellone, mentre ogni giocatore riceve una plancetta personale e le due carte iniziali, ovvero un personaggio ed un luogo che riprodurranno la nostra condizione di partenza.

 Lo scopo del gioco sarà quello di gestire al meglio il flusso di carte che transiteranno dal futuro, passando per il presente e finendo nel passato, ottimizzando ogni possibilità offerta dalle azioni disponibili sui set di massimo 4 carte per ogni tipologia posizionabili in ogni settore.

IL GIOCO
Un turno di gioco di “A Thief's Fortune” viene scandito da varie fasi per ognuno dei 5 turni previsti. Ogni giocatore pesca 5 carte, prendendone necessariamente almeno una per tipologia dai mazzi coperti posti accanto al tabellone: dopo aver esaminato bene quelle pescate, dovrà sceglierne una da mettere in gioco nella propria area del futuro, ovvero sul lato destro della propria plancia e sceglierne due da passare al giocatore alla propria sinistra, conservandone quindi altre due, in attesa di riceverne altrettante due dal giocatore alla propria destra. 

Quando tutti avranno compito la scelta bisognerà girare la carta selezionata e posizionarci i segnalini stampati sul lato in alto a sinistra, prelevandoli dal mucchio al centro del tabellone. Quest'operazione di draft verrà compiuta fino a quando non si avranno più carte in mano e se ne riceveranno due dal giocatore alla propria destra: di queste se ne selezionerà una come fatto in precedenza con le altre e l'ultima si scarterà, guadagnando un bonus a scelta tra quelli evidenziati nello spazio in basso a sinistra della carta. Dopo aver svolto questa fase, si passerà alla selezione delle risorse: in base al numero di turno, ogni giocatore avrà modo di prelevare, dalle carte giocate in quella mano, un numero massimo di risorse, posizionandole nella propria riserva accanto alla plancia

Ogni carta che non avrà più segnalini verrà immediatamente spostata nella zona del presente, incastonandola nella sezione relativa alla sua tipologia sulla plancia personale. Se la sezione in cui dovesse andare una carta fosse già composta da 4 elementi, quello posto più a sinistra sarà spostato nella zona a sinistra della propria plancia per entrare a far parte del passato, permettendo quindi la collocazione della nuova carta come ultima della fila. 

Dopo aver spostato le carte dal futuro al presente, ogni giocatore potrà svolgere, a rotazione, due azioni tra quelle disponibili attraverso l'uso delle carte poste nella zona del presente, ricordando di poter utilizzare una sola volta ogni azione permessa. Le azioni permettono quasi sempre di guadagnare punti utilizzando alcune tipologie di risorse, come ad esempio la conversione di spade, gemme e lampade in punti vittoria, avanzando direttamente il proprio marcatore sul tracciato intorno al tabellone, oppure altre si attivano tacitamente all'utilizzo di particolari azioni o semplicemente possedendo in una determinata zona alcune specifiche tipologie di carte. 

Tra le risorse prelevabili dalle carte ci sono anche le minacce e su queste si opera nella fase immediatamente successiva a quella delle azioni, dopo la scelta di passare svolta da tutti i giocatori: chiunque abbia minacce infatti dovrà sacrificare una delle proprie risorse per poterla eliminare, ma se non ci fosse modo di farlo, si perderà un punto vittoria per ogni minaccia posseduta, fino ad eliminarle tutte. 

Il gioco dura cinque turni identici, ampliando però di volta in volta il numero di risorse prelevabili dalle carte messe in gioco e alla fine della partita, ai punti guadagnati tramite le azioni andranno sommati i punti di tutte le carte arrivate nella sezione del passato e un punto ogni 5 risorse base, ovvero lampade, spade e gemme: il ladro più scaltro sarà quello che avrà totalizzato il maggior numero di punti.


CONSIDERAZIONI
L'originalità è sicuramente alla base di un progetto come “A Thief's Fortune”. L'idea principale del gioco che vede ogni giocatore nei panni dello stesso personaggio che farà scelte diverse in base alle carte che man mano si avvicenderanno nelle varie sezioni risulta intrigante ed appassionante, così come l'ambientazione che strizza fortemente l'occhio al famoso “Prince of Persia”, prima videogioco e poi arrivato fino al cinema è sicuramente degna di nota. 

Interessante anche la gestione dei flussi temporali in cui le carte viaggiano coerentemente dal futuro, passando per il presente e trasformandosi il passato, seguendo un filo logico alle gesta del ladro che scappa braccato dalle guardie, mentre sul suo cammino incappa in vari personaggi attraverso determinati luoghi, vivendo svariati eventi. La meccanica del draft parziale, in cui sacrificare solo due carte dalla propria mano per passarle ad un altro giocatore varia di molto la struttura di giochi classici come “7 Wonders”, costringendo il giocatore a badare a più dettagli per la scelta ardua da fare. 

Proprio alcuni tempi morti dovuti dalla necessità di valutare bene la situazione degli avversari, le migliori carte disponibili per fare punti e la collocazione possibile per alcune tipologie di carte nella sezione del presente risultano un filo pesanti durante ogni scelta a causa di alcuni inevitabili pensatori bramosi di non sbagliare l'opzione del turno.

 La fase del draft e la scelta delle carte rappresenta forse la parte più interessante e coinvolgente durante una partita di “A Thief's Fortune”, perchè invece la parte delle azioni risulta un po' ripetitiva: sarà piuttosto frequente ritrovare lo stesso meccanismo di conversione attraverso l'attivazione delle carte personaggio che, pur cambiando nel corso del gioco, costringeranno sempre il giocatore ad optare per il solito cambio di alcune risorse in punti vittoria, mentre le carte luogo ed evento riescono a donare un po' di pepe entrando in combo con le scelte fatte durante ogni manche. 

Fiero dei traguardi raggiunti in fase di Kickstarter, “A Thief's Fortune” è un titolo da non sottovalutare, perchè può portare gli amanti dei giochi di draft verso un nuovo prodotto decisamente diverso dai soliti noti.

Commenti

Post popolari in questo blog

"Lucca Comics & Games 2018", la Top Ten dei titoli da provare

Play Modena 2019, I Titoli da Provare alla Fiera del Gioco da Tavolo

"Keyforge", scopriamo il gioco di carte erede di "Magic"